Psicologia e sessualità

DESIDERIO SESSUALE IN GRAVIDANZA

gestione No Comments

 

IL PRIMO TRIMESTRE

Il desiderio sessuale in gravidanza generalmente aumenta se si è incinta, non in tutte le donne però il desiderio sessuale è più marcato in gravidanza. Nel primo trimeste anche a causa dei diversi malesseri, nause e stanchezza possono levare del tutto il desiderio sessuale.  L’assenza di testosterone, ormone che stimola il desiderio, inoltre potrebbe far calare drasticamente il desiderio sessuale per contro invece l’aumento del progesterone fa aumentare l’irrorazione sangunia e dunque la zona genitale femminile è più lubrificata e sensibile e potrebbe far aumentare il desiderio nella futura mamma.

IL SECONDO TRIMESTRE

Il desiderio sessuale in gravidanza passato il primo trimeste torna a esserci, meno sbalzi ormonali e disturbi come nausea e stanchezza sono meno marcati o addiritturra scompaiono.  Nel secondo trimestre è importante che anche il compagno manifesti il suo interesse. Nel secondo trimestre se ci sono resistenze ad avere rapporti sono quasi sempre di natura psicologica o pregiudizi come poter fare male al feto, credenza assolutamente falsa poichè il nascituro è avvolto dal sacco amniotico all’interno dell’utero e dunque è più che al sicuro.

IL TERZO TRIMESTRE

Il desiderio sessuale in gravidanza nel terzo trimestre solitamente subisce un piccolo calo, non è la regola ma può avvenire. Questo perchè l pancione, l’affaticamento e una preoccupazione dovuta all’avvicinarsi al parto possono essere cause che pongono un freno al desiderio. In realtà si parla sempre di problemi di tipo psicologico, il sentirsi meno belle per via del pancione, trovare addirittura scomodo fare l’amore. Non è nulla di preoccupante, anzi è normale e soprattutto non è un problema insormontabile, anzi considerate che se per un qualche motivo i termini del parto sono passati tenete a mente che un aiutino a sbloccare la situazione arriva proprio dall’avere un rapporto sessuale completo, infatti lo sperma contiene prostaglandine stesso ormone che induce il parto ed è dunque un bene che in questa fase non si perda il desiderio ovviando ai problemi descritti sopra.